Semeiotica Biofisica Quantistica: Livello di Energia libera tessutale e Realtà non locale nei Sistemi biologici
Scritto da Stagnaro Sergio e Manzelli Paolo   
Indice
Semeiotica Biofisica Quantistica: Livello di Energia libera tessutale e Realtà non locale nei Sistemi biologici
Evidenze sperimentali
Caso pratico
Conclusioni
Bibliografia e Commenti
Tutte le pagine

La Semeiotica Biofisica permette al medio di valutare bedside il livello di energia istangica in qualsiasi sistema biologico, sia a riposo sia durante prove da sforzo, anche in circoscritte sedi, mediante il tempo di latenza del relativo riflesso gastrico aspecifico (1, 2) (V. www.semeioticabiofisica.it). Infatti, l’evidenza sperimentale dimostra che la durata del test dell’apnea (= l’esaminando è invitato a non respirare) è inversamente correlata al valore del tempo di latenza.
In un precedente articolo abbiamo dimostrato, accanto alla realtà locale, l’esistenza nei tessuti di una realtà non locale (3). Nella realtà non locale, caratterizzata dalla simultaneità dell’informazione,  non vi è trasferimento di Energia-Informazione con dispendio energetico. Il modello non-locale della realtà può finalmente condurre la fisica teorica ad includere e spigare molti eventi osservati in Biologia con la Semeiotica Biofisica, finora rimasti senza spiegazione alcuna (4-6).  Nel 1964 il fisico irlandese John Stewart Bell, dimostrò l'effettiva esistenza di un mondo non localizzato. In realtà, il “Teorema di Bell” permette di confutare l'ipotesi secondo cui il mondo è intrinsecamente localizzato. Si tratta di una teoria, quella “locale”, che risultata fortemente limitativa e riduttiva per la possibilità umana di conoscenza e che negli ultimi cinque decenni non ha potuto chiarire i meccanismi fisiopatologici alla base di numerosissimi segni semeiotico-biofisici.
Fin dai tempi antichi, se non antichissimi, la teoria della NON Località è considerata complementare a quella Locale, per lo meno in ambito esoterico; ai giorni nostri i fenomeni osservabili, che necessitano la ammissione di una teoria dello spazio tempo non locale, sono veramente tanti e aumentano a vista d'occhio (3-6, 13, 14). Come riferito nella letteratura citata, il micro- e macro-cosmo si intersecano, esercitano influenze vicendevoli, dialogano secondo meccanismi complessi ed armoniosi.  Scopo del lavoro è illustrare nei particolari la relazione esistente in Biologia tra il livello di energia tessutale, endocellulare, e la realtà non locale, seguendo ancora una volta gli insegnamenti di Paolo Manzelli, al quale si deve il termine di Semeiotica Biofisica Quantistica, disciplina che studia la Informazione-Energia nei sistemi biologici, in condizioni fisiologiche (Zona Bianca), patologiche (Zona Nera), ma anche e specialmente nella ampia Zona Grigia, situata tra le due, con eccellenti applicazioni ed utili risultati nella pratica medica quotidiana (1, 6, 13).

 



Evidenze sperimentali fondamentali

Prima di procedere nell’analisi accurata di alcune esemplari evidenze sperimentali, necessarie per la perfetta comprensione dell’argomento esposto, è opportuno riassumere brevemente senso e significato del  test delle due pressioni (= per esempio, il medico  prima esercita la pressione “lieve” su un polpastrello dell’esaminando, realizzato il riflesso gastrico aspecifico, immediatamente incrementa la pressione: il riflesso scompare temporaneamente per riapparire dopo un  tempo di latenza raddoppiato!) (1) (nel sito citato: Glossario).
Nel sano, la “lieve” pressione esercitata sopra un polpastrello digitale provoca la dilatazione dello stomaco, o riflesso gastrico aspecifico, dopo un tempo di latenza di 8 sec. esatti, indipendentemente dall’età del soggetto, correlata col livello di energia libera locale, o EV, sec. Manzelli, come dimostrato da me 50 aa. or sono, mentre se la pressione è “intensa” il tempo di latenza raddoppia in modo statisticamente significativo salendo a 16 sec. (1).
In altre parole, fisiologicamente il test delle due pressioni causa localmente attivazione microcircolatoria tipo I, associata, mettendo in atto la Riserva Funzionale Microcircolatoria, e conseguentemente provocando il significativo aumento dell’energia libera tessutale: questo spiega perché l’uomo e gli altri animali possono mantenere la posizione eretta senza correre il pericolo di necrosi della pianta dei piedi!
A questo punto esaminiamo alcune evidenze sperimentali, di importanza centrale per il tema trattato.
Se  è vero che, come insegna Manzelli, la somma delle variazioni della Energia Totale, composta da EV= Vibrazionale, EM, Condensata come Materia, ed EI, Energia di Informazione, è uguale a zero cioe’:

+EM+EV-EI = 0

allora nel test delle due pressioni l’informazione diventa simultanea come nella realtà non locale (3-6, 13). Infatti,

EM = non aumenta,
EV aumentata,
 quindi,
EI  aumentata


Procediamo con un caso pratico: un cardiopatico con esiti di infarto del ventricolo sinistro (piccola cicatrice) e con le altre coronarie normali, la pressione “lieve” (= che provoca i riflessi ureterali propri della vasomotilità e della vasomotion) su qualsiasi parte della proiezione cardiaca, ovviamente escludendo la sede del pregresso infarto, è seguita dopo 8 sec. dal riflesso gastrico aspecifico.
Al contrario, la stimolazione diretta di “lieve” intensità, applicata sopra la proiezione cutanea della sede della lesione miocardia, provoca il riflesso gastrico aspecifico dopo un tempo di latenza di appena 3 sec.
E’ oltremodo interessante il fatto che il riflesso appare simultaneo sé la stimolazione è “intensa” perché essa attiva la microcircolazione locale, mettendo in atto la Riserva Funzionale Microcircolatoria
Nelle condizioni descritte sopra, quando la pressione digitale  è “intensamente” applicata sulle aree sane, compare “simultaneamente” un PRIMO riflesso gastrico aspecifico (= esiti infarto), seguito da un secondo riflesso (o aumento del precedente) dopo 16 sec., come previsto, in modo identico a quanto riferito sopra. Queste osservazioni dimostrano che la trasmissione di informazione è presente soltanto nella realtà locale, con dispendio energetico e consumo di Tempo, mentre l’informazione è simultanea nella realtà non locale biologicamente correlata con alti livelli di energia libera istangica.  Ne consegue che il macrocosmo e il microcosmo si influenzano vicendevolemente regolando le relative strutture e funzioni, così che la loro separazione è un limite della scienza meccanica, come giustamente sostiene da sempre Paolo Manzelli.

Un'altra utilissima evidenza sperimentale a dimostrazione di quanto appena affermato è la seguente: si valutano di base i valori parametrici del riflesso radio-gastrico aspecifico di base. Nel sano, la stimolazione mediante pressione digitale “lieve” sul terzo inferiore del radio, dopo un tempo di latenza di 3 sec., provoca un primo riflesso gastrico aspecifico lieve, di circa 0,5 cm, (se la stimolazione è “intensa” il riflesso è simultaneo!) seguito da un suo rinforzo intenso dopo 10 sec. dall’inizio della manovra. A questo punto, terminata la manovra, la stimolazione “lieve” dei trigger-points paratiroidei per 15-20 sec. provoca la secrezione di paratormone, che agisce temporaneamente sulle ossa, iniziando la secrezione calcica e conseguente decalcificazione dell’osso, valutabili clinicamente mediante il valore del riflesso ureterale in toto e le fluttuazioni tipiche della vasomotility e della vasomotion locali, come da me descritto in precedenti articoli (1, 14, 15). Se si ripete immediatamente la manovra descritta, si osserva fisiologicamente soltanto un modesto incremento dell’intensità dei due riflessi: da 0,5 cm il primo riflesso sale ad 1cm., in presenza di tempi di latenza immodificati
Al contrario, nella costituzione osteoporotica e nell’osteoporosi in atto, il primo riflesso, simultaneo se la pressione digitale è “intensa”, è accentuato (1 cm o più) e il tempo di latenza del rinforzo risulta inferiore a 10 sec., in relazione inversa alla gravità della sottostante patologia. Questa Manovra permette al medico di riconoscere rapidamente le metastasi ossee a partire dagli stadi iniziali, come altrove riferito (16).



Riflettiamo con attenzione su quanto recentemente ha scritto Manzelli (comunicazioni personali), corroborato dai dati raccolti con la Semeiotica Biofisica Quantistica.
"Infatti la quantistica trova con evidenza sperimentale la “simultaneità” di comportamento tra onda (per sua natura delocalizzata) e particella  ( per sua natura localizzabile ). La “simultaneità” di comportamento Onda/Particella (fotoni , fononi , ma anche elettroni ed atomi e piccole molecole ..) risulta pertanto facilmente osservabile nel caso in cui la massa non provochi una interferenza gravitazionale molto elevata.
Di conseguenza  la “scienza meccanica o quanto-meccanica” piuttosto che accettare la “non località”  della informazione, accetta la netta separazione arbitraria e inconsistente tra micro-macro cosmo proprio per mantenere il suo carattere riduzionista, che pretende che la informazione sia sempre associata alla forma, e cioè che non sia possibile pensare in modo Aristotelico, che possa esistere anche una informazione (IN-Formazione) che precede la forma.
In tal modo la scienza del secolo scorso, si e' avviata  illogicamente a trovarsi chiusa da  tutta una serie di paradossi concettuali, che di fatto generano la impossibilità di generalizzare la relatività di
Einstein e costrinsero Dirac a supporre che l’onda, associata alle particelle quantistiche, sia priva di contenuto energetico.
Infatti  per il "Principio di Indeterminazione" l'onda associata alla particella, diviene concepibile solo e soltanto come espressione della probabilità di misurare contemporaneamente posizione della
particella e la sua velocità in ambito di una struttura inalterabile dello spazio tempo basata su 3 coordinate spaziali ed una sola per il tempo...".
In vero il tempo lineare determina tutta una serie di incomprensioni nella natura ciclica dei processi vitali che in vero possono essere interpretati in modo corretto solo ricorrendo ad una trasformazione dello spazio tempo, tale che permetta di comprendere la simultaneità dei processi di comunicazione di informazione per tutto ciò che riguarda  la natura auto-organizzativa insita nei sistemi viventi. "Il tempo lineare e divenuto il Totem della scienza meccanica, ma dato che i Totem sono la rappresentazione di tutte le più antiche religioni, per noi che ricerchiamo di capire la vita, certamente la linearità del tempo, non potrà più essere l’idolo a cui sacrificare lo sviluppo del pensiero scientifico contemporaneo. Dobbiamo infatti testimoniare la validità di un modo nuovo di ragionare nella scienza, cosi come e’ necessario allo sviluppo della  società della conoscenza per non limitare il ragionamento scientifico nell’ambito riduzionista della scienza meccanica, ormai evidentemente utile solo e soltanto a costruire macchine nel contesto di una società industriale che attenta direttamente la stessa esistenza della vita sul nostro Pianeta".




Bibliografia

  1. Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Ed. Travel Factory, Roma, 2004.    http://www.travelfactory.it
  2. Stagnaro S. , Rivalutazione e nuovi sviluppi di un fondamentale metodo diagnostico: la percussione ascoltata. Atti Accademia Ligure di Scienze e Lettere. Vol. XXXIV, 1978
  3. Stagnaro Sergio e Paolo Manzelli. Semeiotica Biofisica: Realtà non-locale in Biologia.   Dicembre,2007, www.ilpungolo.com, http://www.ilpungolo.com/leggitutto.asp?IDS=13&NWS=NWS5217
  4. Stagnaro Sergio e Paolo Manzelli. Semeiotica Biofisica Endocrinologica: Meccanica Quantistica e Meccanismi d'Azione Ormonali. Dicembre 2007, http://www.fcenews.it/index.php option=com_content&task=view&id=816&Itemid=45
  5. Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. , Semeiotica Biofisica: valutazione clinica del picco precoce della secrezione insulinica di base e dopo stimolazione tiroidea, surrenalica, con glucagone endogeno e dopo attivazione del sistema renina-angiotesina circolante e tessutale – Acta Med. Medit. 13, 99, 1997.  
  6. Stagnaro Sergio e Paolo Manzelli. Semeiotica Biofisica Quantistica: Bifasicità della Secrezione Ormonale.www.ilpungolo.com, Dicembre 2007
  7. Stagnaro Sergio.  Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning - c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Cardiology. http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php 2007  
  8. Stagnaro Sergio. New bedside way in Reducing mortality in diabetic men and women. Ann. Int. Med. http://www.annals.org/cgi/eletters/0000605-200708070-00167v1
  9. Stagnaro Sergio. Il "Reale Rischio" Semeiotico-Biofisico. http://piazzetta.sfera.net/. URL: http://xoomer.virgilio.it/piazzetta/professione/professione.htm . 2006
  10. Stagnaro Sergio.   Bedside diagnosing diabetic and dyslipidaemic constitutions and diabetes real risk. 2 October2006 http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/175/7/733 2006
  11. Stagnaro Sergio.   Reale Rischio Semeiotico-Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco tipo I, sottotipo a) oncologici e b) aspecifici. Ed. Travel Factory, Roma, in stampa.    http://www.travelfactory.it
  12. Stagnaro Sergio. Teoria Patogenetica Unificata, 2006, Ed. Travel Factory, Roma. 2006
  13. Stagnaro Sergio e Paolo Manzelli. Natura Quantistica di una Originale Manovra Semeiotico-Biofisica di Epatopatia . Dicembre 2007,  http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=862&Itemid=45
  14. Stagnaro Sergio, Biophysical-Semeiotic Bedside Assessing Parathyroid Activity by Means of Dynamic Methods, http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Documenti/Ita/Hyperparathyroidism%20BS%20Diagnosis.doc
  15. Stagnaro Sergio Diagnosi Clinica Semeiotico-Biofisica di Iperparatiroidismo.
    http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Documenti/Ita/Hyperparathyroidism%20BS%20Diagnosis.doc
  16. Stagnaro Sergio. Semeiotica Biofisica Quantistica: Diagnosi Precoce e Rapida di Metastasi Ossee. www.ilpungolo.com, http://www.ilpungolo.com/leggi-tutto.asp?IDS=13&NWS=NWS5308
  17. P.Manzelli. Apprendere-il-Mondo: http://www.edscuola.it , http://www.edscuola.it/archivio/lre/apprendere_il_mondo.htm

Dott. Sergio Stagnaro e dr. Paolo Manzelli
Founder of Quantum Biophysical Semeiotics.
16037 Riva Trigoso (Genova)
www.semeioticabiofisica.it

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna