Semeiotica Biofisica Quantistica: Livello di Energia libera tessutale e Realtà non locale nei Sistemi biologici - Pagina 2
Scritto da Stagnaro Sergio e Manzelli Paolo   
Indice
Semeiotica Biofisica Quantistica: Livello di Energia libera tessutale e Realtà non locale nei Sistemi biologici
Evidenze sperimentali
Caso pratico
Conclusioni
Bibliografia e Commenti
Tutte le pagine

Evidenze sperimentali fondamentali

Prima di procedere nell’analisi accurata di alcune esemplari evidenze sperimentali, necessarie per la perfetta comprensione dell’argomento esposto, è opportuno riassumere brevemente senso e significato del  test delle due pressioni (= per esempio, il medico  prima esercita la pressione “lieve” su un polpastrello dell’esaminando, realizzato il riflesso gastrico aspecifico, immediatamente incrementa la pressione: il riflesso scompare temporaneamente per riapparire dopo un  tempo di latenza raddoppiato!) (1) (nel sito citato: Glossario).
Nel sano, la “lieve” pressione esercitata sopra un polpastrello digitale provoca la dilatazione dello stomaco, o riflesso gastrico aspecifico, dopo un tempo di latenza di 8 sec. esatti, indipendentemente dall’età del soggetto, correlata col livello di energia libera locale, o EV, sec. Manzelli, come dimostrato da me 50 aa. or sono, mentre se la pressione è “intensa” il tempo di latenza raddoppia in modo statisticamente significativo salendo a 16 sec. (1).
In altre parole, fisiologicamente il test delle due pressioni causa localmente attivazione microcircolatoria tipo I, associata, mettendo in atto la Riserva Funzionale Microcircolatoria, e conseguentemente provocando il significativo aumento dell’energia libera tessutale: questo spiega perché l’uomo e gli altri animali possono mantenere la posizione eretta senza correre il pericolo di necrosi della pianta dei piedi!
A questo punto esaminiamo alcune evidenze sperimentali, di importanza centrale per il tema trattato.
Se  è vero che, come insegna Manzelli, la somma delle variazioni della Energia Totale, composta da EV= Vibrazionale, EM, Condensata come Materia, ed EI, Energia di Informazione, è uguale a zero cioe’:

+EM+EV-EI = 0

allora nel test delle due pressioni l’informazione diventa simultanea come nella realtà non locale (3-6, 13). Infatti,

EM = non aumenta,
EV aumentata,
 quindi,
EI  aumentata



 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna