La Diagnosi Clinica nella Semeiotica Biofisica Quantistica - Pagina 4
Scritto da Stagnaro Sergio   
Indice
La Diagnosi Clinica nella Semeiotica Biofisica Quantistica
Teorie di David Bohm
Nuovi paradigmi nella diagnostica clinica
Difficoltà di diagnosi
Conclusioni e Commenti
Tutte le pagine


Con analogo procedimento, si ottengono identici risultati nella patologia di una ghiandola, ad esempio, il pancreas esocrino. E’ ben nota la difficoltà di diagnosticare clinicamente la pancreatite acuta, dove la stimolazione intensa di  un trigger-point del pancreas (VI dermatomero toracico = la cute dell’epigastrio, sotto l’emiarcata costale di destra o sinistra) appare simultanea alla comparsa del riflesso gastrico aspecifico (Fig 1).


Fig.1
Riflesso gastrico aspecifico: nello stomaco, il fondo ed il corpo sono dilatati, mentre il giunto antro-pilorico è contratto

In caso di un tumore pancreatico o del suo reale rischio congenito si osserva la caratteristica Contrazione Gastrica tonica, che rapidamente sostituisce il riflesso descritto. Naturalmente la diagnosi differenziale è resa agevole dai differenti valori parametrici (15).
Nel sano, la pressione digitale intensa, applicata sopra “uno” dei centri diencefalo-ipofisari per il realising hormone di SST, TSH , GH, oppure sulla proiezione cutanea dell’epifisi, non è associata ad alcuna modificazione gastrica.
Al contrario, per esempio nel soggetto con Terreno Oncologico, il riflesso gastrico aspecifico risulta simultaneo all’inizio della stimolazione del trigger-point cerebrale.
Come riferito sopra, si tratta di un segno diagnostico non specifico di una definita patologia, ma affidabile nell’attirare correttamente l’attenzione del medico sulla presenza nel cervello – in questa condizione – di una lesione la cui natura è poi rapidamente accertata mediante i segni semeiotico-biofisici specifici: cisti, angioma, aneurisma, focus epilettico, ecc.
Un articolo è stato dedicato alla esclusione del melanoma in un secondo, utilizzando l’assenza del riflesso gastrico aspecifico quando il medico applica un pizzicotto cutaneo intenso nella cute di un arto dell’esaminando (12).
Per quanto riguarda l’apparato digerente è interessante sottolineare che, nel sano, la stimolazione esofagea intensa mediante la stimolazione di “un solo” trigger-point cutaneo relativo, non è simultanea al riflesso gastrico aspecifico, presente invece in caso di esofagite da reflusso o altra patologia esofagea. 


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna